domenica 24 gennaio 2016

LUISA SPAGNOLI

Figlia di Pasquale Sargentini, e di Maria Conti, casalinga, Luisa nasce il 30 ottobre 1877 a Perugia. A 21 anni sposa Annibale Spagnoli. Nel 1907 insieme a Franco Buitoni apre una piccola azienda dolciaria nel centro storico di Perugia. La Perugina è la prima azienda di questo tipo del capoluogo umbro. Nel 1923 Annibale Spagnoli si ritira dall'azienda per incompatibilità interne. A 46 anni, Luisa si lega sentimentalmente al figlio del suo socio in affari, di 14 anni più giovane: Giovanni Buitoni. Pare che Luisa amasse indistintamente i due uomini, suo marito ed il giovane Buitoni, ma la discrezione aleggiò sempre su questo rapporto. Proprio Giovanni cominciò ad inviarle brevi e romantici messaggi d'amore che avvolgeva intorno ai deliziosi cioccolattini prodotti dall'azienda paterna. Luisa, assaporando il cioccolato e leggendoquei biglietti, un giorno si chiese: "E se donassimo la stessa gioia d'amore a tutti gli innamorati"? Nacquero così i famosi Baci Perugina. Intanto Luisa crea un asilo aziendale per migliorare la vita dei dipendenti. Alla fine della prima guerra mondiale, Luisa comincia ad allevare pollame e conigli d'angora. E' l'inizio della produzione tessile che prenderà il nome della sua fondatrice. La "Luisa Spagnoli", unendo alta qualità a prezzi accessibili, diventerà un marchio famoso in tutto il mondo. Luisa perònon riuscirà a vedere il decollo della sua azienda, perché leverrà diagnosticato un tumore alla gola. Nata nel sobborgo Santa Lucia, la sua azienda garantirà casette a schiera ai dipendenti, tuttora esistenti, una piscina, nursery per i figli, eventi sociali come balli, gare e feste. A prendere la guida della ditta sarà il figlio Mario.
A questa grande figura di donna ed imprenditrice la RAI dedica una fiction, che andrà in onda sul primo canale in prima serata l'uno e il 2 febbraio.

video

La pioniera delle donne manager. "Luisa Spagnoli, cuore e coraggio"

Roma 23 gennaio 2016 - «PER LEI essere donna non è mai stato un limite ma un’opportunità. E oggi non sarebbe contenta se qualcuno la definisse come una pioniera del femminismo». Nicoletta Spagnoli, presidente e amministratore delegato di Luisa Spagnoli Spa, risponde così quando le chiedi della mitica bisnonna nata a Perugia nel 1887 e morta a 57 anni nel 1934 a Parigi, imprenditrice tenace, severa e di carattere, che dalle umili origini ha creato due imperi, la Perugina e la casa di moda che porta il suo nome. A questa combattente per l’indipendenza delle donne Rai Fiction dedica una miniserie tv in due puntate, in onda su Raiuno il 1° e il 2 febbraio, per la regia di Lodovico Gasparini che ha per interprete l’intensa Luisa Ranieri.

Nessun commento:

Lettori fissi